Coronavirus e Legge 104, proroga fino al 31 luglio del diritto alla malattia

L’articolo 74 del DECRETO LEGGE 19 maggio 2020, n. 34, ha esteso fino al prossimo 31 luglio il diritto alla malattia – inizialmente previsto all’articolo 26 del  DECRETO LEGGE 17 marzo 2020, n. 18, poi convertito nella LEGGE 24 aprile 2020, n. 27 – per i “lavoratori dipendenti pubblici e privati in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità” ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della LEGGE 5 febbraio 1992, n. 104.

La misura è valida anche per i “lavoratori in possesso di certificazione rilasciata dai competenti organi medico legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita”.

Per le categorie di lavoratori sopracitati, la LEGGE 24 aprile 2020, n. 27  prevede che il periodo di assenza dal servizio sia  equiparato al ricovero ospedaliero di cui all’articolo 19, comma 1, del DECRETO LEGGE 2 marzo 2020, n. 9, e tale condizione sia prescritta dalle competenti autorità sanitarie o dal medico di assistenza primaria che ha in carico il paziente, sulla base documentata del  riconoscimento  di disabilità o delle   certificazioni dei competenti organi medico-legali.

One thought on “Coronavirus e Legge 104, proroga fino al 31 luglio del diritto alla malattia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *