Covid-19: l’informativa su sicurezza e Smartworking è necessaria

Il D.P.C.M. 11 giugno 2020, provvedimento attraverso il quale il Governo ha indicato le misure per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 per il periodo dal 15 giugno fino al 14 luglio 2020, contiene rilevanti indicazioni per le attività professionali, per le quali da un lato si continua a raccomandare che siano attuate anche in modalità di lavoro agile, dall’altro viene consigliata l’incentivazione dell’utilizzo delle ferie, dei congedi retribuiti per i dipendenti e degli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva.

Nello specifico, per quanto riguarda la gestione della sicurezza nel contesto dellattività lavorativa svolta in smartworking, è necessario informare adeguatamente i lavoratori, nonché i loro rappresentanti, degli obblighi e dei diritti previsti dalla Legge 22 maggio 2017 n. 81 e dal Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81. A tale proposito contenuti utili sono presenti nell’apposita scheda dell’INAIL.

In particolare, occorre richiamare quanto previsto dall’art. 20 del D. Lgs. 81/2008, il quale prevede che ogni lavoratore deve prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro indicato, e dall’art. 22 della Legge 81/2017, il quale stabilisce che:

1. Il datore di lavoro garantisce la salute e la sicurezza del lavoratore, che svolge la prestazione in modalità di lavoro agile, e a tal fine consegna al lavoratore e al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, con cadenza almeno annuale, un’informativa scritta, nella quale sono individuati i rischi generali e i rischi specifici connessi alla particolare modalità di esecuzione del rapporto di lavoro.

2. Il lavoratore è tenuto a cooperare all’attuazione delle misure di prevenzione predisposte dal datore di lavoro per fronteggiare i rischi connessi all’esecuzione della prestazione all’esterno dei locali aziendali.

L’informativa del Datore di lavoro, oltre alle indicazioni sopra descritte, dovrebbe contenere anche istruzioni allo smart worker relativamente ai comportamenti di prevenzione per l’attività lavorativa svolta sia in ambienti outdoor che indoor, sull’utilizzo delle attrezzature e dei dispositivi di lavoro e sulla gestione dei rischi specifici (incendio, elettrico, ecc.).

Scarica il Modello di Informativa sulla salute e sicurezza nel lavoro agile in formato word

One thought on “Covid-19: l’informativa su sicurezza e Smartworking è necessaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *